CIPOLLE CARAMELLATE

CIPOLLE CARAMELLATE
follow and like:

Io personalmente non amo le cipolle, se non per fare un soffritto per il risotto o preparazioni simili in cui non senti il gusto, quindi le ho preparate solo ed esclusivamente per l’altro goloso, che , prese singolarmente non gli fanno molta gola, ma dentro ad un hamburger gourmet, ne va matto!!!

La preparazione è semplice e veloce,ma il tasto dolente è la pulizia e il taglio delle cipolle.. non riesco mai ad uscirne indenne.. praticamente piango da quando inizio a pelarle fino a due ore dopo che le ho preparate.

Ho letto diversi suggerimenti per non piangere che più che scientifici sono i classici rimedi della nonna, provateli e vedete se su di voi fanno effetto!!

  • cipolla ammollata: tenere in ammollo la cipolla, dopo averla sbucciata e divisa in 2, serve per denaturare l’enzima irritante. È però importante sapere che questa operazione rende meno aggressivo il sapore della cipolla stessa e che quindi è consigliata solo per chi è in cerca di sapori più delicati.
  • cipolla sott’acqua: Tagliare la cipolla sott’acqua è un’operazione leggermente complicata perché la rende molto scivolosa e difficile da gestire. 2 sono le opzioni da seguire in questo caso: o affettare l’ortaggio sotto l’acqua corrente o affettarlo immerso completamente nell’acqua in un apposito recipiente.
  • sbucciare la cipolla con le mani: Se utilizziamo un coltello, anche mentre sbucciamo la cipolla, rischiamo di liberare prima del dovuto le sostante irritanti e di ritrovarci a singhiozzare senza vedere una via d’uscita. Togliere la pelle che riveste la cipolla con le mani è quindi un rimedio utile.
  • bagnare la lama del coltello: Bagnare la lama del coltello con acqua fredda riduce il tipico rischio di pianto e l’operazione può essere fatta più volte e non solo prima di iniziare a tagliare.
  • vapore: Per dissolvere i gas della cipolla è possibile utilizzare una fonte di vapore. Avvicinare un bricco d’acqua calda al tagliere da lavoro può ridurre la lacrimazione.

Passiamo ora alla ricetta! Potete utilizzare sia le cipolle bianche che quelle rosse di Tropea.

INGREDIENTI:

  • 300 g Cipolle bianche (peso delle cipolle già pulite)
  • 300 ml acqua
  • olio extravergine d’oliva
  • 60 g zucchero di canna

PREPARAZIONE:

  • Sbucciare, lavare e tagliare a listarelle sottili le cipolle.
  • In una casseruola mettere a soffriggere per circa 5 minuti le cipolle con un filo di olio extravergine d’oliva.
  • aggiungere l’acqua e lo zucchero di canna e continuare la cottura a fuoco basso finchè non evapora tutto il liquido e le cipolle risultano ben cotte e morbide.
Hamburger con cipolle caramellate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
Follow by Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: